Iscriviti gratuitamente

Iscriviti gratuitamente

Fino al -80% su viaggi in Italia, in Europa e nei paradisi del mondo

o
Già socio ? Accedi
Più di 7,3 milioni di viaggiatori si sono affidati a noi per le loro vacanze ! Tariffe scontate e servizi in esclusiva per i soci
Viaggi di lusso con sconti fino al 70%
Sempre accanto a voi, 7 giorni su 7

Viaggio a Panarea con sconti fino al -70%

Per approfittare delle nostre offerte, iscriviti gratis!

Più di 7,3 milioni di viaggiatori si sono affidati a noi per le loro vacanze !

Viaggio a Panarea
Devi avere pazienza... Al momento non sono disponibili offerte di viaggio a Panarea.
I nostri esperti stanno negoziando nuove offerte per te!

Vacanze a Panarea, il gioiello delle isole Eolie

Soggiorno a Panarea: l'isola più antica delle Eolie

Situata nell'arcipelago delle isole Eolie, in Sicilia, Panarea è anche chiamata l'"isola dei vip", per via dell'alto numero di celebrità che, spesso, decide di trascorrere qui un periodo di vacanza. Considerando l'aspetto geologico, quest'isola è la più antica dell'arcipelago ed è tutto ciò che resta di un complesso vulcanico ormai interamente eroso e sommerso dal mar Mediterraneo. Attraversata nel mezzo da una dorsale di altezza abbastanza elevata, nella parte orientale e meridionale dell'isola, le uniche abbastanza pianeggianti, vi sono numerose spiagge, calette e zone terrazzate, un tempo utilizzate per la coltura di vigneti e ulivi. I lati a nord e a ovest di Panarea, invece, sono caratterizzati dalla presenza di una costa molto alta, con scogliere che scendono a picco sul mare e spettacolari formazioni di lava. In questa parte dell'isola, infatti, passava l'antico condotto principale dell'iniziale complesso vulcanico, precisamente tra lo scoglio La Nave e lo scoglio Cacatu. Fichi d'India, ginestre, lentischi e ginepri sono i componenti principali della macchia mediterranea dell'isola di Panarea.

L'isola di Panarea era abitata già durante la Preistoria, come testimonia la scoperta di un villaggio dell'età del Bronzo sul promontorio di Punta Milazzese. Vittima di numerose incursioni etrusche, quest'isola fu prima occupata dai greci e, in seguito, strinse un'alleanza con i Cartaginesi durante le guerre puniche per combattere contro Roma. Successivamente, furono proprio i romani ad impossessarsi dell'arcipelago e qui rimasero fino alla caduta dell'Impero. I bizantini e, in seguito, gli arabi, approfittarono della situazione poco chiara e stabilirono sull'arcipelago il proprio controllo. Solo con i Normanni, invece, riuscirono a portare l'isola al suo antico splendore: i commerci e le attività agricole cominciarono a rifiorire e la cultura tornò a svilupparsi.

Le spiagge di Panarea e i suoi incredibili scorci sul mare

L'isola di Panarea è il luogo perfetto per poter approfittare al massimo della bellezza della costa, che si presenta frastagliata, piena di insenature e scorci altamente spettacolari. E’ il luogo ideale sia per chi ama riposare nella natura incontaminata, sia per tutti coloro che sono appassionati di snorkeling ed immersioni. Se si desidera raggiungere a piedi le spiagge, è necessario recarsi sul versante orientale e meridionale dell’isola, poiché le altre zone sono ricche di alte scogliere e zone impervie. La spiaggia di Cala Junco si trova nei pressi del villaggio preistorico di Punta Milazzese, a sud-ovest del molo di San Pietro. Per raggiungerla è necessario percorrere un sentierino che attraversa la vegetazione, e dopo trenta minuti di camminata si può arrivare al mare. Qui si può approfittare della vista di una baia a forma di anfiteatro, delimitato ai lati da particolari formazioni rocciose, che danno l'impressione di creare una grande piscina naturale. Nelle sue vicinanze si trovano alcuni dei migliori hotel di Panarea, prenotate qua una camera per avere una vista indimenticabile: questa baia, infatti, è ritenuta non solo una delle più belle spiagge di Panarea ma, addirittura, dell’intero arcipelago eoliano. Il mare che la bagna ha colorazioni davvero particolari, che spaziano dal verde smeraldo al turchese carico, fino al blu intenso. La cala è sempre molto frequentata dai turisti e, nel periodo estivo, non è facile godersi un po' di privacy. Le acque cristalline, tuttavia, meritano di essere visitate e quindi, durante le tue vacanze a Panarea, dovrai necessariamente ritagliarti un po' di tempo per raggiungere Cala Junco!

Un'altra bellissima spiaggia è quella di Cala degli Zimmari, collocata nella parte meridionale dell’isola, si può raggiungere a piedi dal porto, seguendo un percorso che dura più o meno venti minuti. La Cala degli Zimmari è l’unica spiaggia sabbiosa di tutta l’isola di Panarea. Dagli abitanti del posto, è anche conosciuta come 'spiaggia rossa', per via del magnifico colore del terreno che assume tonalità rossastre. La Spiaggia della Calcara, invece, è una delle più caratteristiche a causa del forte odore vulcanico che si può sentire nelle sue vicinanze. Collocata su un antico cratere ormai esaurito, è conosciuta sopratutto per le innocue fumarole che emettono numerosi gas, rendendo il terreno bruciante, modificandone la cromia e creandovi dei solchi. Prestate attenzione a dove vedete bolle che si formano nel mare: significa che in questa zona il mare sta davvero bollendo e, per tale motivo, in queste aree non sono consigliate le immersioni.

Soggiorno a Panarea: cosa fare e dove alloggiare

Numerose sono le feste e le celebrazioni organizzate sull'isola ma, la più spettacolare, è senza alcun dubbio la festa di San Pietro, patrono dell'isola. Nelle giornate del 28 e 29 giugno si susseguono eventi e processioni in tutti i borghi di Panarea: la statua del santo è portata in spalla dagli abitanti locali per tutti i vicoletti dei paesini, seguita da una processione, in cui si intervallano momenti di preghiera ed esibizioni della banda paesana. Gruppi folkloristici, canti, balli, degustazioni enogastronomiche riempono le strade nelle due giornate di festa, attirando moltissimi turisti. La particolarità di questa festa è il fatto che la statua, ad un certo punto, è collocata su una barca e il tutto prosegue via mare. In questo modo si ringrazia il santo per la possibilità di pescare, attività che procura all'isola più della metà delle risorse necessarie per il sostentamento. Da qui, si capisce anche il motivo per cui San Pietro sia stato scelto come patrono dell'isola: il discepolo, infatti, prima di incontrare Gesù, era un pescatore e fu proprio per questo che, dopo la sua conversione al cristianesimo, egli divenne "pescatore di uomini".

Se vuoi trascorrere le tue vacanze a Panarea, non ti resta che registrarti sul nostro sito; in questo modo potrai conoscere i migliori hotel di Panarea ed essere informato su tutte le migliori proposte per trascorrere un soggiorno davvero indimenticabile.

  1. Voyage Privé
  2. Viaggi di lusso
  3. Italia
  4. Isole Eolie
  5. Vacanze Panarea