Iscriviti gratuitamente

Iscriviti gratuitamente

Fino al -80% su viaggi in Italia, in Europa e nei paradisi del mondo

o
Già socio ? Accedi
Più di 7,3 milioni di viaggiatori si sono affidati a noi per le loro vacanze ! Tariffe scontate e servizi in esclusiva per i soci
Viaggi di lusso con sconti fino al 70%
Sempre accanto a voi, 7 giorni su 7

Offerte last minute per lo Sri lanka

Vacanze d'alta gamma solo per i soci Voyage Privé, con sconti fino al -70%!

con sconti fino al -70%

Offerte last minute per lo Sri lanka

2 offerte last minute per lo Sri lanka

Scopri di più

Scopri le offerte last minute per lo Sri Lanka

Una goccia nell'Oceano Indiano

Le offerte last minute in Sri Lanka ti sveleranno il mondo straordinario della "Perla dell'Oceano Indiano". Anche se può sembrare piccola, non manca nulla, dalle spiagge dorate che circondano tutta l'isola alla moltitudine di Parchi Nazionali, giardini di corallo e giardini botanici. Con 8 siti patrimonio mondiale dell'UNESCO tra cui gli altopiani centrali dello Sri Lanka, le antiche rovine risalenti a 125 milioni di anni fa, siti archeologici e storici come Anuradhapura e Kandy e i templi maestosi immersi nella fiorente vegetazione il piccolo Stato singalese ha praticamente di tutto. Sia che si prediliga il trekking sulla sommità maestosa della Roccia di Sigirya o Leon Rock o si voglia preferire per una qualunque delle tante località balneari, che piaccia l'avventura o che non si sappia rinunciare al relax lo Sri Lanka mantiene la promessa di una vacanza ricca di emozioni.

Lo Sri Lanka può essere visitato tutto l'anno. La costa orientale è più tranquilla e ideale per le famiglie. Le temperature sono relativamente costanti su tutta l'isola, in particolare lungo la costa e il c.d. Triangolo Culturale si attestano tra i 26 e i 32°C. I luoghi interni possono avere temperature più basse che variano dai 18 ai 24°C. I periodi di siccità sono divisi per aree geografiche per cui il periodo migliore per la costa occidentale e meridionale va da dicembre a marzo mentre da aprile a settembre può essere preferibile la costa orientale e il cuore dello Sri Lanka.

Non solo spiagge

Lo Sri Lanka è spesso associato alle spiagge ed effettivamente quest'isola ha davvero magnifici tratti litoranei. La costa sud-occidentale è particolarmente rinomata con località come Negombo e Bentota con bellissimi hotel, dai moderni resort alle antiche strutture coloniali. Tricomalee, sulla costa orientale è un'altra destinazione molto nota, anche se più tranquilla e fuori dagli itinerari turistici. Insieme alle spiagge non si possono dimenticare i magnifici fondali marini, con le barriere coralline brulicanti di vita che invitano a immersioni memorabili e allo snorkeling. Ma il passato dello Sri Lanka offre grandi spunti per disegnare un itinerario da non trascurare per bellezza e suggestione. La storia dello Sri Lanka è fonte di grande orgoglio per i Sinhalesi e Tamils, i due più grandi gruppi etnici del paese. Il problema è che ognuno ne dà una versione completamente diversa al solo scopo di affermare il proprio primato sull'isola. Il risultato è che ogni sito storico, struttura religiosa, perfino i nomi dei villaggi e quelli dei cibi sembrano avere storie contrastanti che si uniscono nel tempo con miti religiosi discordanti e leggende locali.

La città di Colamba (IPA), è l'antica capitale dello Sri Lanka, e dopo aver visitato il porto e i bei quartieri residenziali, ci si può dirigere a Habarana dove addentrarsi nel famoso Triangolo Culturale, ovvero esplorare Dambulla, la mitica Sigirya, Polonnaruwa e Anuradhapura. Una visita merita anche l'indomita Kandy, mai conquistata dai portoghesi, e Nuwara Elia o Ella fino ad arrivare allo Yala National Park il secondo più grande parco naturale dell'isola, che ospita la più alta concentrazione di leopardi insieme a elefanti, bufali d'acqua, coccodrilli, circa 125 specie di uccelli e tutta una serie di altri animali. Lo spettacolo dell'alba nella foresta pluviale è eccezionale. Infine dovrai scegliere tra una visita a Tangale o a Mirissa, a Unawatuna o a Hikkaduwa. Nello Sri Lanka è più vero che altrove il detto "ciò che conta non è la meta ma il viaggio". E infatti qui spostarsi su treni come l'Hill Country o il tooting choo-choo è tra le esperienze di viaggio più eccezionali al mondo. La tratta che parte dalle dolci colline di Nuwara Eliya fino a Yala è considerata a ragione una delle più spettacolari del pianeta. Ti permettono di attraversare l'altipiano centrale e dormire in una dimora coloniale nel cuore di una piantagione di tè, dove potrai inebriarti alle penetranti fragranze degli essiccatoi e goderti il tranquillo paesaggio paradisiaco dopo il trambusto di Colombo e delle sue spiagge.

Patrimonio storico e culinario

Lo Sri Lanka era uno snodo commerciale anche prima che gli arabi arrivassero nel VII sec. dC per commerciare gemme, cannella e avorio. I primi insediamenti musulmani si impadronirono di Jaffna e Galle ma quando arrivarono i portoghesi, nel 1505, costrinsero i musulmani a ritirarsi nell'entroterra per sfuggire alle persecuzioni. Lo Sri Lanka dell'epoca erano divisi in tre regni principali corrispondenti a tre diverse origini etniche: i tamil di Jaffna e sinhalesi a Kandy e Kotte (vicino Colombo). I portoghesi acquisirono nel tempo Kotte e Jaffna e il controllo sulle spezie, anche Jaffna e alla fine dominavano sull'intera costa occidentale prima ed orientale poi. Gli altipiani centrali invece, con il regno di Kandyan resistettero e la città di Kandy assunse il ruolo di tutela della fede buddista, funzione sacra consolidata da altri tre secoli di falliti tentativi di conquista e conversione. Solo nel 1815 Kandy cadde in mano agli Inglesi che portarono sull'isola la coltivazione del tè che soppiantò gomma e caffè. Kandy con il suo lago, i giardini delle spezie e il Dalada Maligawa o Tempio del Dente che contiene la reliquia del Buddha è una maestosa espressione dell'architettura buddista.

Lo Sri Lanka ha una storia straordinariamente ricca e complessa che le permette di vantare un patrimonio culinario affascinante e idiosincratico risultato di una fusione unica di prodotti locali con ricette e spezie portati sull'isola nel corso dei secoli da arabi, indiani, malesi, portoghesi, gesuiti, olandesi, inglesi, indonesiani e tailandesi. Il piatto base è il riso e curry, i cui sapori contrastanti - latte di cocco, peperoncino, foglie di curry, cannella, aglio e "pesce maldive (tonno essiccato al sole) - riconfermano lo Sri Lanka come l'isola dalle spezie originali. Altre specialità uniche da esplorare sono gli abbondanti frutti di mare. I cuochi non troppo esperti a volte abbondano con il peperoncino e non sempre viene richiesto all'ospite quanto piccante desidera il cibo: contro il palato che brucia molto meglio un boccone di pane o la birra piuttosto che l'acqua. Nello Sri Lanka si dice che non si può godere a pieno del cibo se non lo si mangia con le mani, preferibilmente si usa la destra. Anche se la cucina cingalese può essere molto buona pochi ristorante le rendono davvero giustizia, non c'è una vera tradizione in questo senso e la gente del posto preferisce mangiare in casa o nelle caffetterie a volte chiamate "hotel". La maggior parte dei ristoranti si trovano a Colombo, a Kandy, Galle e Negombo dove il turismo ha ispirato la crescita di un modesto numero di locali ma per lo più la cucina è di tipo familiare. Occorre poi essere consapevoli dei capricci dell'ortografia dello Sri Lanka che fanno sì che piatti popolari possano apparire sui menù con nomi differenti e un numero sconcertante di forme: così gli idlis possono diventare ittlys . Registrati gratuitamente e vieni a conoscere le esclusive offerte last minute per lo Sri Lanka.

  1. Voyage Privé
  2. Viaggi di lusso
  3. Asia
  4. Sri lanka
  5. Offerte last minute Sri lanka