Iscriviti gratuitamente

Iscriviti gratuitamente

Fino al -80% su viaggi in Italia, in Europa e nei paradisi del mondo

o
Già socio ? Accedi
Più di 7,3 milioni di viaggiatori si sono affidati a noi per le loro vacanze ! Tariffe scontate e servizi in esclusiva per i soci
Viaggi di lusso con sconti fino al 70%
Sempre accanto a voi, 7 giorni su 7

Le nostre vacanze in famiglia a Pisa, tra mare e terra con sconti fino al -70%

Per approfittare delle nostre offerte, iscriviti gratis!

Più di 7,3 milioni di viaggiatori si sono affidati a noi per le loro vacanze !

Le nostre vacanze in famiglia a Pisa, tra mare e terra
Devi avere pazienza... Al momento non ci sono soggiorni corrispondenti alla tua ricerca.
I nostri esperti stanno negoziando nuove offerte per te!

Le nostre vacanze in famiglia a Pisa, tra mare e terra

Tra scienza e... miracoli

Passare le vacanze in famiglia a Pisa ti permetterà di scoprire la doppia vocazione di questa città particolarissima. Mare e terra, arte e scienza convivono meravigliosamente e ne fanno una meta unica e da scoprire. Pisa è la città di Galileo Galilei, il padre della scienza moderna, ma è anche la sede della Scuola Normale Superiore, una delle più importanti università italiane. È il quinto comune della Toscana per numero di abitanti e sorge in una pianura, a pochi chilometri dalla foce del fiume Arno. Con Amalfi, Genova e Venezia, le altre tre repubbliche marinare, controllava le rotte del Mediterraneo. È famosa per la sua Piazza dei Miracoli, il cui vero nome è piazza del Duomo, per la "Torre pendente" e per la ricchezza del suo patrimonio artistico e culturale. Il simbolo di Pisa, universalmente riconosciuto, è la sua Torre pendente. In realtà si tratta del campanile del Duomo di Santa Maria Assunta. Il complesso si trova su piazza dei Miracoli, che comprende oltre alla torre anche il Duomo, il Battistero di San Giovanni e il Camposanto Monumentale. Disegnata dall'architetto Diotisalvi, la torre fu stata costruita in stile romanico pisano nell'arco di un paio di secoli subendo numerose interruzioni tra il 1173 e 1370, quando fu definitivamente completata. La ragione di tante pause è dovuta anche alla "particolarità" che l'ha resa famosa in tutto il mondo: la torre pendeva, se ne temeva il crollo. Il sottosuolo ha natura di pianura alluvionale, dove si alternano strati di sabbia e argilla.

Pisa ha una bellezza di cui è possibile godere anche solo passeggiando. Se dovessimo consigliarti un itinerario ti diremmo di iniziare questo percorso da piazza dei Miracoli, proseguire per Piazza dei Cavalieri, che durante l'epoca romana era il foro ossia il centro della vita economica della città. Nel medioevo diventò Piazza delle Sette Vie, perché vi confluivano sette strade, che durante il periodo rinascimentale furono ridotte a cinque. Lì potrai ammirare il Palazzo dell'orologio, dove in epoca medievale si trovava la Torre della Fame, a cui è legata la vicenda del conte Ugolino della Gherardesca, rinchiuso e lasciato morire di fame insieme a figli e nipoti; la vicenda è raccontata da Dante Alighieri nella Divina Commedia. Prosegui verso uno dei quartieri più caratteristici di Pisa, Borgo Stretto, o semplicemente Borgo, come lo chiamano con affetto i pisani. In questa via storica del centro cittadino, i portici, le botteghe e i caffè raccontano la storia medievale di questa città, con i suoi palazzi del XV secolo dove risiedevano le ricche famiglie dei mercanti e dei nobili. Su Borgo Stretto sono visibili altre due torri, entrambe pendenti: a torre della chiesa di San Nicola, inclinata di due gradi e mezzo, e quella della chiesa di San Michele degli Scalzi, inclinata di cinque gradi. Dopo un giro in queste strade strette dagli scorci suggestivi, passando per Piazza Garibaldi e il Ponte di Mezzo, è un'emozione sfociare sui Lungarni. Sono luoghi di ritrovo per studenti universitari e non solo. Ci sono pub, caffè, ma anche tanta storia, soprattutto quella medicea. Il lungarno più bello è proprio quello mediceo, su cui si affacciano Palazzo Medici e la chiesa romanica di San Matteo, con il suo monastero oggi diventato museo che ospita opere dei Pisano.

Un'occasione per far godere gli occhi e i palati fini

Uno degli eventi imperdibili, se ti trovi in ottobre da queste parti, è il Pisa Food&Wine festival. È una tre giorni che si tiene all'interno della Stazione Leopolda, per valorizzare e promuovere la filiera enogastronomica del territorio. È l'occasione per scoprire i sapori di questa terra con viaggi virtuali tra borghi e colline attraverso le vie del gusto. A pranzo e cena sono disponibili spazi gourmet con chef stellati che propongono menù ricchi di pietanze cucinate con prodotti a chilometro 0, da gustare accompagnate da ottimi vini pisani. Chi viaggia con i bambini può usufruire di una ludoteca. Ospita i piccoli con un programma che ha come obiettivo l'educazione alimentare. Sono previste letture, laboratori di cucina, musica e degustazioni per insegnare ai bambini, giocando e intrattenendo, le giuste abitudini alimentari. Una meravigliosa idea l'hanno avuta gli organizzatori del Pisa Buskers, il Festival delle arti pendenti. Si tiene a settembre. Artisti di strada invadono quattro piazze del centro cittadino con una trentina di spettacoli che si articolano per tre giorni. L'obiettivo è dare l'opportunità di far conoscere le antiche arti di strada. Giocolieri, circensi, clown, contorsionisti comici, divertono e coinvolgono il pubblico. L'evento è completamente gratuito.

La cucina pisana, mare e terra insieme per piatti sorprendenti

Una delle caratteristiche della cucina pisana è l'abbinamento di ingredienti poveri, tipici della cultura contadina, ad aromi e spezie che regalano un vero e proprio rinascimento di sapori antichi. Un detto pisano infatti recita: "Con l’olio, aceto, pepe e sale, sarebbe bono ‘no stivale." Ma la vera peculiarità della cucina pisana deriva dal suo dualismo storico e culturale. Pisa è città di mare ma con una importante tradizione rurale. Non è difficile dunque trovare abbinamenti di carne e pesce che fanno della cucina pisana una cucina molto varia e sorprendente. Ti consigliamo di provare "Seppie e bietole". Pietanza di solo due ingredienti, mare e terra, a cui si aggiunge ovviamente il pomodoro. Ecco, questo piatto riassume la natura di questa città, che è sopravvissuta con i commerci via mare ma che ha fatto di necessità virtù negli sforzi del contado di sbarcare il lunario sostituendo alla carne, troppo costosa, i fagioli che gli stessi contadini coltivavano. Allo stesso modo è nato un altro piatto glorioso, il Bordatino. Fagioli, cavolo nero, che nella cucina di questa zona non manca mai, farina di mais e il solito onnipresente pomodoro sono gli ingredienti di questo piatto gustosissimo e che alcuni definiscono la "polenta pisana". Non ti resta che prenotare una delle nostre straordinarie vacanze in famiglia a Pisa per vivere un'esperienza indimenticabile, vai sul nostro sito, iscriviti per approfittarne: è facilissimo ed è gratis!

  1. Voyage Privé
  2. Viaggi di lusso
  3. Le nostre vacanze in famiglia a Pisa, tra mare e terra